22 Aprile 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Agenzia delle Entrate: ecco il Modello 770/2024 (il definitivo)

Entro il 31 ottobre le comunicazioni in via telematica. Con il provvedimento del 26 febbraio 2024 a cura dell’Agenzia delle Entrate, approvato e diffuso il nuovo modello 770/2024 insieme alle istruzioni per la sua compilazione.

Il modello è relativo all’anno di imposta 2023.

Dovrà essere utilizzato dai sostituti d’imposta per comunicare le ritenute operate nel 2023 e i dati riguardanti i relativi versamenti entro il 31 ottobre 2024.

Nel modello trovano spazio le ritenute su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale o operazioni finanziarie con annessi versamenti.

Confluiscono nella dichiarazione dei sostituti d’imposta anche le compensazioni operate, i crediti d’imposta utilizzati e le somme liquidate a causa di procedure di pignoramento presso terzi.

In particolare, sono obbligati a presentare il 770, scrive l’Agenzia, coloro che devono operare le ritenute alla fonte sui compensi corrisposti, sotto qualsiasi forma (Titolo III del Dpr n. 600/1973). 

L’obbligo è previsto anche per gli intermediari e gli altri soggetti che intervengono in operazioni fiscalmente rilevanti tenuti alla comunicazione per specifiche disposizioni normative.

Il Modello 770 dovrà essere trasmesso esclusivamente in modalità telematica.

Il documento si articola in due parti:

– Frontespizio;

– I quadri SF, SG, SH, SI, SK, SL, SM, SO, SP, SQ, SS, DI, ST, SV, SX e SY;

La dichiarazione si considera presentata nel giorno in cui si conclude la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia. La prova della presentazione è data dalla comunicazione che attesta il ricevimento dei dati, rilasciata  per via telematica.

Agenzia delle Entrate: ecco il Modello 770/2024 (il definitivo).

In Primo Piano

Continua a leggere

Turismo, al 15% la detassazione lavoro (notturno e festivo)

Turismo, al 15% la detassazione lavoro (notturno e festivo)

Innalzamento soglia fringe benefit: arrivano i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 23/e del 2023 ha finalmente fornito i tanto attesi chiarimenti interpretativi in merito all’innalzamento a 3.000 della soglia di esenzione dei fringe benefit disposta dall’art. 40 del c.d. Decreto Lavoro.

Sport e lavoro: impatriati, ecco le agevolazioni

Sport e lavoro: impatriati, ecco le agevolazioni. Regolamentato il regime degli impatriati per i lavoratori sportivi. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 38 del 2023. Riduzione del 50 per cento degli importi considerati reddito complessivo imponibile.