24 Giugno 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Pubblica amministrazione: nuova disciplina per i dirigenti

Il Consiglio dei Ministri, tramite il proprio sito istituzionale, informa che il 25 agosto 2016 è stato approvato in esame preliminare il decreto legislativo recante disciplina della dirigenza della Repubblica ai sensi dell’articolo 11 della legge 7 agosto 2015, n.124.

Come specifica il Consiglio dei Ministri, il sistema della dirigenza è costituito dai ruoli dei dirigenti statali, regionali e locali.

Ogni dirigente può ricoprire qualsiasi ruolo dirigenziale essendo la relativa qualifica unica.

Alla suddetta qualifica, ricorda il Consiglio dei Ministri, si accede per corso-concorso o per concorso e le graduatorie finali sono limitate ai vincitori e non comprendono gli idonei.

Inoltra, la Scuola nazionale dell’amministrazione (Sna), trasformata in Agenzia senza maggiori o nuovi oneri per la finanza pubblica, è sottoposta alla vigilanza della Presidenza del Consiglio dei ministri, al fine di assicurare una formazione omogenea dei dirigenti pubblici.

Per questi motivi sarà istituita, entro 90 giorni dall’entrata in vigore del decreto, la Commissione per la dirigenza statale che avrà il compito di preselezionare i candidati ai fini del conferimento degli incarichi dirigenziali generali e di effettuare la valutazione ex post delle scelte effettuate dalle amministrazioni per altri incarichi.

L’incarico di dirigente ha durata di 4 anni, rinnovabili per altri 2 nel caso di valutazione positiva o per il periodo necessario al completamento delle procedure per il conferimento del nuovo incarico.

Dopo la conclusione dell’incarico, a determinate condizioni, il Dipartimento della funzione pubblica li può collocare d’ufficio in posti vacanti.

Fonte: www.governo.it

In Primo Piano

Continua a leggere

Validità del licenziamento comunicato in forma indiretta

Validità del licenziamento comunicato in forma indiretta. La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 24391 del 05/08/2022, ha stabilito che il datore di lavoro può comunicare la propria volontà di licenziare un lavoratore in forma indiretta, purché non sussista...

Bonus contributivo per le lavoratrici madri post maternità

Bonus contributivo per le lavoratrici madri post maternità. L’INPS, con la circolare n. 102 del 19 settembre 2022, ha fornito indicazioni operative e istruzioni contabili in merito all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri dipendenti...

Sportello Unico Digitale: work in progress per le prestazioni previdenziali

Sportello Unico Digitale: work in progress per le prestazioni previdenziali. Con messaggio n. 4080/2021, l’Inps interviene sul tema del “Single Digital Gateway” (Sportello Unico Digitale) con l’intenzione di voler dare supporto a coloro i quali compiono la loro attività lavorativa in un Paese diverso da quello di origine ed intendono richiedere servizi alla PA