20 Febbraio 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Cassazione: deroga al divieto di licenziamento della lavoratrice madre

Con la sentenza 14515 del 6 giugno 2018, la Corte di Cassazione ha affermato che in tema di tutela della lavoratrice madre, la deroga al divieto di licenziamento, dall’inizio della gestazione fino al compimento dell’età di un anno del bambino, opera solo in caso di cessazione dell’intera attività aziendale, sicché, trattandosi di fattispecie normativa di stretta interpretazione, essa non può essere applicata in via estensiva o analogica alle ipotesi di cessazione dell’attività di un singolo reparto dell’azienda, ancorché dotato di autonomia funzionale.

Fonte: Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Dimissioni volontarie durante il divieto di licenziamento

Dimissioni volontarie durante il divieto di licenziamento. Diritto alle indennità per legge

Controllare mail è illecito, Cassazione su un caso di licenziamento

La Corte di Cassazione con l’ordinanza 18168 del 2023 ha confermato le sentenze di illegittimità del licenziamento per controllo illecito della mail aziendale e a seguito di un’attività di pedinamento.

Cassazione: giacenza di raccomandata vale conoscenza di comunicazione

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 15397 del 31/05/2023 ha stabilito la validità del licenziamento formulato dal datore di lavoro con raccomandata inviata al domicilio del lavoratore e giacenza compiuta. La giacenza stessa è infatti idonea a fondare la presunzione legale di conoscenza della lettera di licenziamento contenuta.