4 Marzo 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Cassazione: imprenditore che effettua contestazione disciplinare non può attendere prove certe

Con sentenza n. 25021 del 23 ottobre 2017, la Corte di Cassazione ha stabilito che l’imprenditore non può attendere di avere prove certe per effettuare una contestazione disciplinare.

Difatti, la Suprema Corte ha affermato che, al fine di non pregiudicare il diritto di difesa del lavoratore, la contestazione disciplinare da parte del datore di lavoro deve avvenire nel momento in cui quest’ultimo abbia elementi tali da far ritenere “ragionevolmente sussistenti le infrazioni” e non posticipare tale contestazione fino al raggiungimento di “assoluta certezza dei fatti”.

Fonte: Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Lavoro. Come va l’occupazione (secondo l’Istat)

Pubblicata la nota mensile sull’andamento dell’occupazione in Italia a gennaio 2024. I dati non sono definitivi. Emerge dal documento elaborato dall'Istat che nel mese di gennaio 2024, rispetto al mese di dicembre 2023, sono aumentati gli inattivi e diminuiti sia gli...

Il Chronoworking rivoluziona l’orario di lavoro

All’indomani della pandemia, una nuova percezione del mondo ha portato le persone ad interrogarsi sul proprio stile di vita e su una gestione più sostenibile del tempo.Il modo di approcciarsi al lavoro è cambiato e l’orario di lavoro non...

“Può il mito di Prometeo essere una metafora dell’intelligenza artificiale?”

Pensiamoci. Al mito di Prometeo, già tra le storie importanti dell'antica Grecia, è meglio prestare attenzione.  Una strada, quella delle connessioni, arti e crescita del pensiero, aperta circa un mese fa dal settimanale The Economist. “Are the myths of Pandora...