24 Giugno 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Ocse: Oecd Economic Outlook di Primavera

Rapporto sull’economia nel mondo. In Italia servono ”misure decisive per contrastare la frode fiscale, limitare la crescita della spesa pensionistica e avviare esami di spesa ambiziosi”: questo uno dei messaggi lanciati dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico all’Italia, in occasione della pubblicazione dell’Oecd Economic Outlook di Primavera. L’Ocse lascia invariate quindi le proprie stime di crescita per l’area dell’euro.

Nell’Eurozona la crescita del Pil è attesa allo 0,7% nel 2024 e all’1,5% nel 2025 secondo quanto si legge nell’Economic Outlook dell’Ocse.

“Un aggiustamento di bilancio ampio e sostenibile su diversi anni sarà necessario per far fronte alle future tensioni sulle spese, piazzando il rapporto di indebitamento su una traiettoria più prudente e rispettando le nuove regole di bilancio dell’Unione europea”, sostiene l’organizzazione internazionale basata a Parigi.

“Un prudente ottimismo ha cominciato a guadagnare l’economia mondiale, malgrado una crescita modesta e l’ombra persistente dei rischi geopolitici”. “Il calo dell’inflazione – precisa – è più rapido del previsto e i mercati del lavoro restano vigorosi, con un tasso di disoccupazione al livello più basso o vicino al livello più basso”. Tuttavia, prosegue l’Ocse, “gli effetti delle condizioni monetarie più restrittive si fanno sentire, soprattutto sui mercati immobiliare e del credito”.

L’Ocse sottolinea che la ripresa differisce ”nelle sue modalità a seconda delle regioni del mondo. Gli Stati Uniti e un certo numero di grandi mercati emergenti continuano a registrare una forte crescita, contrariamente alle economie europee”. Si prevede che “il panorama macroeconomico misto persisterà, con l’inflazione e i tassi di interesse in calo a ritmi diversi e diverse esigenze di consolidamento fiscale”.

In Primo Piano

Continua a leggere