7grammilavoro

Ravvedimento Operoso: i nuovi chiarimenti dell’Agenzia

Ravvedimento Operoso: i nuovi chiarimenti dell’Agenzia
Ottobre 14
10:50 2016

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 42/E del 12 ottobre 2016, fornisce i chiarimenti interpretativi riguardanti la nuova disciplina ravvedimento operoso di cui al decreto legislativo n. 158 del 2015, con particolare riferimento agli adempimenti dichiarativi.

Particolarmente interessante è l’interpretazione fornita in merito alle sanzioni applicabili alle dichiarazioni c.d. “tardive” in quanto l’Agenzia afferma che:

“In caso di dichiarazione tardiva, cioè presentata entro i 90 giorni dalla scadenza, si applica la sanzione in misura fissa pari a 250 euro prevista per l’omissione della dichiarazione in assenza di debito d’imposta, che in caso di ravvedimento viene ridotta a 25 euro (1/10). 

Non rileva, invece, la sanzione introdotta dal D.lgs. n. 158 del 2015 per l’ipotesi in cui la dichiarazione viene inviata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo e, comunque, prima dell’inizio di qualunque attività amministrativa di accertamento di cui il contribuente abbia avuto formale conoscenza – determinata nella misura compresa tra euro 150 e euro 500 in assenza di debito d’imposta – poiché tale fattispecie riguarda esclusivamente le dichiarazioni “omesse”, ossia quelle presentate oltre novanta giorni dalla scadenza del termine e non è ravvedibile dal contribuente.”

Da questa interpretazione deriva infatti che la sanzione applicata per l’invio tardivo, entro 90 giorni, della dichiarazione è maggiore di quella minima prevista per la trasmissione effettuata dopo i 90 giorni.

E’ utile ricordare che alla circolare in commento è allegata una tabella riassuntiva.

Fonte: Agenzia delle Entrate

Related Articles

Coerentemente con l'impegno continuo di LAROCCAWEB s.r.l. di offrire i migliori servizi ai propri lettori e utenti, abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi