23 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Sisma 2016. Prorogate le agevolazioni ZFU Centro Italia

Per i comuni di Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria. Lo ha reso noto l’Inps con il messaggio n. 927 del 4 marzo scorso. Proroga anche per il periodo d’imposta 2024 dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del datore di lavoro, grazie anche all’istituzione della Zona Franca Urbana nel Centro Italia dopo il forte sisma del 2016.

Il sisma aveva colpito i territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria a partire dalla prima scossa del 24 agosto 2016.

L’agevolazione potrà essere fruita con la riduzione dei versamenti direttamente nel modello F24 ed i codici tributo da utilizzare in compensazione sono i seguenti: “Z148”, “Z149”, “Z150”, “Z162”, “Z164”, “Z165” e “Z166”.

Sisma 2016. Prorogate le agevolazioni ZFU Centro Italia.

In Primo Piano

Continua a leggere

Incentivi Occupazione giovanile Under 30 e Under 36, precisazioni

Indicazioni dall’Inps ai datori di lavoro circa l’applicabilità dell’esonero per l’occupazione giovanile a seguito di riqualificazione di un precedente rapporto di lavoro con contratto a tempo indeterminato. Con il messaggio n. 4178 del 24/11/2023, l’Istituto ha specificato che gli esoneri...

Bonus contributivo per le lavoratrici madri post maternità

Bonus contributivo per le lavoratrici madri post maternità. L’INPS, con la circolare n. 102 del 19 settembre 2022, ha fornito indicazioni operative e istruzioni contabili in merito all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri dipendenti...

INPS: esonero TFR e Ticket di licenziamento per le imprese in fallimento – proroga 2022

INPS: esonero TFR e Ticket di licenziamento per le imprese in fallimento – proroga 2022. Con messaggio n. 1400 del 29 marzo 2022 viene comunicato dall’Inps che, a seguito di quanto previsto dall’articolo 4 del Decreto Legge 20 luglio 2021, n. 103 convertito con modificazioni dalla legge 16 settembre 2021, n. 125, anche per l’anno 2022 vengono prorogate le disposizioni dell’articolo 43-bis del Decreto Legge 28 settembre 2018 n. 109, a sua volta convertito con modificazioni dalla legge 16 novembre 2018, n. 130, già attuato negli anni 2020 e 2022.