24 Maggio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Legge di bilancio 2019: priorità alle lavoratrici madri in caso di richieste di smart working

Il comma 486 della Legge di Bilancio 2019 ha modificato l’articolo 18, della legge n. 81/2017, prevedendo al comma 3-bis:


«3-bis. I datori di lavoro pubblici e privati che stipulano accordi per l’esecuzione della prestazione di lavoro in modalità agile sono tenuti in ogni caso a riconoscere priorità alle richieste di esecuzione del rapporto di lavoro in modalità agile formulate dalle lavoratrici nei tre anni successivi alla conclusione del periodo di congedo di maternità previsto dall’articolo 16 del testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, di cui al decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, ovvero dai lavoratori con figli in condizioni di disabilità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104».

Di conseguenza, il datore di lavoro che stipula accordi di smart working, ha l’obbligo di dare priorità alle richieste presentate sia dalle lavoratrici nei 3 anni successivi alla conclusione del periodo di congedo obbligatorio di maternità e sia nei confronti dei lavoratori con figli in condizioni di disabilità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della Legge n. 104/1992).

In Primo Piano

Continua a leggere

Carta solidale per acquisti di beni di prima necessità

INPS, con il messaggio n. 1958 del 26/05/2023, ha reso note le istruzioni operative circa la Carta Solidale, introdotta dalla Legge di Bilancio 2023, destinata all'acquisito di beni alimentari di prima necessità da parte dei soggetti in possesso di un ISEE non superiore a 15.000 euro, da fruire mediante l'utilizzo di un apposito sistema abilitante.

Assegno unico e universale: le novità dall’INPS

L’INPS, con la circolare n. 41 del 07/04/2023, recepisce le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2023 in materia di Assegno Unico e Universale. Nello specifico, la legge 197/2022 ha incrementato, a decorrere dal 1° gennaio 2023, gli importi spettanti ai figli di età inferiore a un anno e quelli relativi ai nuclei familiari numerosi. L’intervento della legge di Bilancio 2023 ha inoltre stabilizzato gli aumenti degli importi, previsti nel corso del 2022, in favore dei nuclei con figli disabili.

Inps: online la nuova versione del simulatore per l’assegno unico e universale

L’INPS, con il messaggio n. 1256 del 03/04/2023, rende noto il rilascio di una nuova versione del simulatore dell’Assegno Unico e Universale per i figli ed illustra le nuove funzionalità introdotte nella procedura di Assegno Unico al fine di supportare Patronati e cittadini nella fase di presentazione della domanda, di consultazione dell’avanzamento dell’istruttoria e di gestione delle istanze.