19 Giugno 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Integrazione salariale lavoratori call center

Integrazione salariale lavoratori call center. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la circolare n. 8/2019 fornisce chiarimenti in merito al finanziamento per l’anno 2019 delle misure di sostegno al reddito in favore dei lavoratori del settore del call-center.

Il quadro normativo di riferimento è rappresentato dal decreto legislativo 148/2015 e dal decreto interministeriale 22763/2015. Quest’ultimo precisa che il trattamento deve essere corrisposto in favore di tutti i lavoratori appartenenti all’azienda e che lo stesso può essere richiesto soltanto dai soggetti giuridici qualificati come imprese ai sensi dell’art. 2082 del codice civile.

Nella circolare ministeriale vengono specificati quali sono gli articoli applicabili in relazione alla misura del trattamento, alle causali di intervento e al contributo addizionale.

Per quanto riguarda le causali di intervento, il punto 4) della circolare ministeriale chiarisce che l’indennità può essere richiesta soltanto quando la sospensione o la riduzione dell’attività lavorativa è determinata da una crisi aziendale. La crisi è valutata sulla base degli indicatori economico-finanziari del biennio precedente dai quali deve emergere un andamento induttivo. L’azienda è tenuta a presentare, nello specifico, una relazione tecnica dalla quale si deve evincere il ridimensionamento dell’organico o, perlomeno, la stabilità dello stesso.

Per quanto riguarda la misura del trattamento di integrazione salariale la circolare, invece, chiarisce che si applica quanto previsto in materia dall’art. 3 del decreto legislativo 148/2015.

Anche in merito al contributo addizionale si applica l’art. 5 del decreto legislativo. Lo stesso articolo stabilisce l’applicazione di un contributo addizionale obbligatorio a carico delle imprese ammesse al trattamento di integrazione salariale.

Conclusione

Si ricorda che la domanda di concessione dell’indennità deve essere presentata contestualmente sia al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che agli Ispettorati territoriali del lavoro competenti per territorio. La concessione dell’indennità avviene mediante decreto ministeriale.

Integrazione salariale lavoratori call center

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

In Primo Piano

Continua a leggere

Alluvione in Emilia-Romagna: integrazione salariale per eventi calamitosi

Alluvione in Emilia-Romagna: integrazione salariale per eventi calamitosi

INPS: integrazione salariale decreto Ucraina

Il parlamento, a seguito dell'emergenza in atto in Ucraina, ha emanato il dl. n.4 del 2022 e n.21 del 2022, che hanno reso operativo l’esonero per i addizionali per la cassa integrazione spettante alle imprese con un codice ATECO individuato dall’allegato A del dl. 21 del 22.

Fondo integrazione salariale: nuovo file e “dichiarazione fruito”

Fondo integrazione salariale: nuovo file e "dichiarazione fruito". L’INPS, con il messaggio n. 4653 del 28/12/2022, fornisce istruzioni in merito alle domande di accesso all’assegno di integrazione salariale erogato dal Fondo di Integrazione Salariale e dai Fondi di solidarietà e comunica l’avvenuta predisposizione...