25 Febbraio 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

INPS: COVID-19 – indennità per alcune categorie di lavoratori – chiarimenti

INPS: COVID-19 – indennità per alcune categorie di lavoratori – chiarimenti. L’Inps con messaggio n. 3530/2021 fornisce indicazioni per la gestione delle istruttorie relative agli eventuali riesami per le indennità COVID-19, previste dagli articoli 42 e 69 del Decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73 (c.d. Decreto Sostegni bis).

Per ciò che concerne l’articolo 42, il riferimento è all’indennità da 1.600 euro in favore di alcune categorie di lavoratori impattate dall’emergenza da Covid-19:

  • lavoratori dipendenti stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dello spettacolo.

In relazione all’articolo 69 ci si riferisce invece ad una indennità una tantum pari a 800 euro in favore di lavoratori agricoli a tempo determinato che abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di lavoro agricolo durante il 2020; il riferimento è anche rivolto alla indennità una tantum pari a 950 euro in favore dei pescatori autonomi, compresi i soci di cooperative.

Fonte: Inps

INPS: COVID-19 – indennità per alcune categorie di lavoratori – chiarimenti

In Primo Piano

Continua a leggere

Cassazione decide su ferie e adeguata retribuzione

La Corte di Cassazione, con la sentenza n.19663 del 2023, si è occupata della retribuzione del dipendente nel periodo delle ferie e soprattutto se gli incentivi connessi alle mansioni possano di fatto essere ricomprese nel compenso delle ferie.  

Sentenza Cassazione su ferie e indennità del dipendente

Sentenza Cassazione su ferie e indennità del dipendente. In materia di indennità per ferie non godute la Cassazione ha stabilito che il datore di lavoro è obbligato al riconoscimento dell'indennità.

Minori percettori di indennità: invio dati alla maggiore età

L’INPS, con il messaggio n. 1446 del 18 aprile 2023, fornisce alcuni chiarimenti in merito alle prestazioni economiche correlate al raggiungimento della maggiore età, da parte dei minorenni titolari di indennità di accompagnamento o di indennità di comunicazione, nonché ai minori affetti da sindrome di Down o da sindrome di talidomide.