4 Marzo 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Corte di Cassazione: legittimo il licenziamento per sottrazione merce di scarso valore

Con la sentenza n. 24014 del 12 ottobre 2017, la Corte di Cassazione ha stabilito la legittimità di un licenziamento per giusta causa comminato ad un addetto al rifornimento degli scaffali, trovato in possesso di merce di poco valore non pagata.

La Suprema Corte ha giustificato la sua decisione affermando che tale condotta del lavoratore, al di là dello scarso valore patrimoniale della merce sottratta, comporta il venir meno del rapporto fiduciario con la parte datoriale.

Fonte: Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Dimissioni volontarie durante il divieto di licenziamento

Dimissioni volontarie durante il divieto di licenziamento. Diritto alle indennità per legge

Controllare mail è illecito, Cassazione su un caso di licenziamento

La Corte di Cassazione con l’ordinanza 18168 del 2023 ha confermato le sentenze di illegittimità del licenziamento per controllo illecito della mail aziendale e a seguito di un’attività di pedinamento.

Cassazione: giacenza di raccomandata vale conoscenza di comunicazione

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 15397 del 31/05/2023 ha stabilito la validità del licenziamento formulato dal datore di lavoro con raccomandata inviata al domicilio del lavoratore e giacenza compiuta. La giacenza stessa è infatti idonea a fondare la presunzione legale di conoscenza della lettera di licenziamento contenuta.