3 Ottobre 2023

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Cassazione: licenziamento per giusta causa e previsioni del Ccnl

Con l’ordinanza n. 6606 del 16 marzo 2018, la Corte di Cassazione ha stabilito che nella valutazione della giusta causa di licenziamento, il Giudice non deve essere vincolato dalle determinazioni del CCNL applicato.

Difatti, la Suprema Corte ha affermato che l’elencazione delle giuste cause di recesso, contenute nei CCNL, ha un carattere puramente esemplificato. Di conseguenza, il Giudice può ritenere la sussistenza della sudetta giusta causa, per un grave inadempimento o per un grave comportamento del lavoratore, pur in assenza di una specifica previsione contenuta nella contrattazione collettiva.

Fonte: Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Cassazione: giacenza di raccomandata vale conoscenza di comunicazione

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 15397 del 31/05/2023 ha stabilito la validità del licenziamento formulato dal datore di lavoro con raccomandata inviata al domicilio del lavoratore e giacenza compiuta. La giacenza stessa è infatti idonea a fondare la presunzione legale di conoscenza della lettera di licenziamento contenuta. 

Sì licenziamento per errori ripetuti

Si può licenziare per giusta causa del dipendente al quale è stata contestata la reiterata erroneità delle operazioni, se previsto dal CCNL applicato. Lo ha deciso la Corte di Cassazione con la sentenza n. 15140 del 30/05/2023.

Cassazione, lavoratore deve sempre inviare comunicazioni giustificative dell’assenza

Cassazione, lavoratore deve sempre inviare comunicazioni giustificative dell’assenza. La Corte di Cassazione con la sentenza del 16 maggio 2023 n.13383 si è espressa sul licenziamento di un lavoratore costretto a stare in carcere.