4 Marzo 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Cassazione: giudice territoriale competente in materia di telelavoro

Con ordinanza n. 3154 datata 8/02/2018, la Corte di Cassazione ha stabilito che, con riferimento al licenziamento del lavoratore che svolge la propria attività dalla propria abitazione, è competente il giudice del luogo dove risiede il dipendente.

Per radicare la competenza è sufficiente, infatti, che l’imprenditore disponga in quel luogo di una serie di beni organizzati per l’attività anche se i locali sono di proprietà altrui o del lavoratore stesso.

Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Dimissioni volontarie durante il divieto di licenziamento

Dimissioni volontarie durante il divieto di licenziamento. Diritto alle indennità per legge

Controllare mail è illecito, Cassazione su un caso di licenziamento

La Corte di Cassazione con l’ordinanza 18168 del 2023 ha confermato le sentenze di illegittimità del licenziamento per controllo illecito della mail aziendale e a seguito di un’attività di pedinamento.

Cassazione: giacenza di raccomandata vale conoscenza di comunicazione

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 15397 del 31/05/2023 ha stabilito la validità del licenziamento formulato dal datore di lavoro con raccomandata inviata al domicilio del lavoratore e giacenza compiuta. La giacenza stessa è infatti idonea a fondare la presunzione legale di conoscenza della lettera di licenziamento contenuta.