24 Giugno 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Trasformazione delle istanze di indennità ASpI in “mini- Aspi”

Con messaggio n. 7111 del 19 settembre 2014, l’Inps fornice chiarimenti relativi alla trasformazione delle istanze di indennità “mini-ASpI” accolte e/o in corso di erogazione in istanze di indennità ASpI.
Nello specifico, nel caso in cui l’assicurato abbia presentato istanza di indennità “mini-ASPI” e si sia accorto successivamente di possedere i requisiti per l’indennità ASPI, potrà ottenere il riconoscimento di quest’ultima solo nel caso in cui presenti una apposita domanda di indennità ASpI nei termini legislativamente previsti di 2 mesi e 8 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.


In questo caso, la nuova prestazione ASpI, una volta concessa, avrà quale decorrenza il giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

L’importo già erogato a titolo di indennità “mini-ASpI” verrà portato in detrazione a carico della nuova prestazione ASpI.

Invece, non si può riconoscere al lavoratore – che aveva già presentato domanda di indennità “mini-ASpI” – l’indennità ASpI nel caso in cui la relativa istanza sia stata presentata dopo il termine legislativamente previsto di 2 mesi e 8 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Congedo straordinario: computo delle mensilità aggiuntive   

A seguito delle richieste di chiarimenti pervenute all’Inps, con il messaggio n. 30 del 4 gennaio 2024, l’Istituto comunica le modalità di computo del rateo della tredicesima e della quattordicesima mensilità ai fini del calcolo dell’indennità per il congedo...

Sgravio contributivo per contratti di solidarietà 

L’Inps rende note le imprese ammesse alla fruizione dello sgravio contributivo per i contratti di solidarietà

Esonero contributivo per i beneficiari di assegno di inclusione 

L’Inps ha reso note le prime indicazioni in merito all’esonero introdotto dal Dl 48/2023 relativo alle assunzioni a tempo determinato e indeterminato e per la trasformazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato di soggetti beneficiari dell’Assegno di inclusione e del Supporto per la formazione e il lavoro