25 Febbraio 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Redditi e detrazioni d’imposta, le indicazioni dall’Inps

Dal 16 ottobre le domande per chiedere l’applicazione dell’aliquota più elevata nel 2024.

Lo ha fatto sapere l’Istituto il 6 ottobre scorso tramite il messaggio 3607 – 2023 con cui viene spiegato cosa bisogna fare per veder applicata il prossimo anno l’aliquota più elevata degli scaglioni annuali di reddito o il riconoscimento anche parziale delle detrazioni d’imposta.

I beneficiari delle prestazioni pensionistiche e previdenziali interessati all’applicazione dell’aliquota più alta sono infatti tenuti a fornire informazioni all’INPS ogni anno.

In assenza di dichiarazioni l’Istituto applica le aliquote a riconoscere le detrazioni  sulla base del reddito erogato in qualità di sostituto d’imposta.

La disposizione interessa una platea diffusa di contribuenti compresi i pensionati. Di recente è stata sottolineato l’interesse a comunicare i propri dati compresi quelli relativi dei figli a carico o i benefici dell’assegno unico universale per ottenere una certificazione fiscale definita e una dichiarazione dei redditi precompilata dell’Agenzia delle Entrate.

Il beneficiario dovrà anche indicare i dati del figlio a carico anche nel caso in cui fruisca dell’Assegno unico universale.

Leggi l’articolo

In Primo Piano

Continua a leggere

Esonero contributivo per i beneficiari di assegno di inclusione 

L’Inps ha reso note le prime indicazioni in merito all’esonero introdotto dal Dl 48/2023 relativo alle assunzioni a tempo determinato e indeterminato e per la trasformazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato di soggetti beneficiari dell’Assegno di inclusione e del Supporto per la formazione e il lavoro

Riconteggio debiti contributivi  

L’INPS, con la circolare 4244 del 2023, ha posticipato all’11 di dicembre l’invio delle domande di riconteggio dei debiti contributivi successiva alla procedura di saldo e stralcio introdotta dal decreto lavoro.

Più semplice l’iter di riconoscimento delle prestazioni di invalidità

L’Inps, con il messaggio n. 4193 del 24/11/2023, rende noto il rilascio della prima versione del Portale della Disabilità.