4 Marzo 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Inps: sgravio contributivo per contratti collettivi aziendali contenenti misure di conciliazione tra vita professionale e vita privata – modalità operative

Con la circolare n. 91 del 3 agosto 2018, l’Inps ha fornito le istruzioni operative per l’attribuzione e la fruizione dello sgravio contributivo riconosciuto per le misure di conciliazione tra vita lavorativa e privata effettuate dalle imprese.

L’Istituto specifica che l’introduzione, l’estensione o l’integrazione di misure di conciliazione vita–lavoro, individuate dal decreto interministeriale 12 settembre 2017, deve risultare da un contratto collettivo aziendale, anche in recepimento di contratti territoriali.

Si puntualizza che in questa fase, relativa all’accesso alle risorse stanziate per l’anno 2018, il contratto collettivo aziendale deve essere sottoscritto e depositato dal 1° novembre 2017 al 31 agosto 2018.

I datori di lavoro, anche per il tramite degli intermediari autorizzati, devono inoltrare, in via telematica, apposita domanda all’INPS a decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione della presente circolare ed entro e non oltre il 15 settembre 2018. La domanda deve essere presentata avvalendosi del modulo di istanza on line “Conciliazione Vita-Lavoro 2018”, all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità delContribuente”, sul sito internet dell’Istituto www.inps.it.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Esonero contributivo per i beneficiari di assegno di inclusione 

L’Inps ha reso note le prime indicazioni in merito all’esonero introdotto dal Dl 48/2023 relativo alle assunzioni a tempo determinato e indeterminato e per la trasformazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato di soggetti beneficiari dell’Assegno di inclusione e del Supporto per la formazione e il lavoro

Riconteggio debiti contributivi  

L’INPS, con la circolare 4244 del 2023, ha posticipato all’11 di dicembre l’invio delle domande di riconteggio dei debiti contributivi successiva alla procedura di saldo e stralcio introdotta dal decreto lavoro.

Più semplice l’iter di riconoscimento delle prestazioni di invalidità

L’Inps, con il messaggio n. 4193 del 24/11/2023, rende noto il rilascio della prima versione del Portale della Disabilità.