16 Aprile 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

INPS: pronte le situazioni debitorie delle aziende committenti per l’anno 2013

L’INPS, con messaggio n. 6859 del 5 settembre 2014, comunica che sono state elaborate le situazioni debitorie delle aziende committenti, che per l’anno 2013 hanno denunciato tramite il flusso EMENS il pagamento di compensi ai soggetti iscritti alla Gestione.

I committenti interessati e loro intermediari possono visualizzare le posizioni a debito tramite cassetto committenti GS seguendo il percorso:
www.inps.it > Tipologia di Utenti > Cittadino oppure Aziende, Consulenti e Professionisti oppure Associazioni di Categoria > alla voce “Cassetto Previdenziale per Committenti della Gestione Separata”.

    La situazione debitoria comprende:

  1. l’omesso pagamento del contributo, sia totale che parziale, relativo al/ai singoli periodi di competenza;
  2. le sanzioni civili calcolate su contributi omessi;
  3. le sanzioni civili calcolate sul ritardato versamento del contributo dovuto.

La comunicazione è composta di un testo fisso, due prospetti concernenti la situazione debitoria dei contributi e delle sanzioni con le relative istruzioni ed il prospetto relativo a come compilare il modello di pagamento (F24).
La comunicazione debitoria è inoltre propedeutica al passaggio alle fasi successive per il recupero dei crediti.

Per altre informazioni si rinvia al messaggio in questione.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Esonero contributivo per i beneficiari di assegno di inclusione 

L’Inps ha reso note le prime indicazioni in merito all’esonero introdotto dal Dl 48/2023 relativo alle assunzioni a tempo determinato e indeterminato e per la trasformazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato di soggetti beneficiari dell’Assegno di inclusione e del Supporto per la formazione e il lavoro

Riconteggio debiti contributivi  

L’INPS, con la circolare 4244 del 2023, ha posticipato all’11 di dicembre l’invio delle domande di riconteggio dei debiti contributivi successiva alla procedura di saldo e stralcio introdotta dal decreto lavoro.

Più semplice l’iter di riconoscimento delle prestazioni di invalidità

L’Inps, con il messaggio n. 4193 del 24/11/2023, rende noto il rilascio della prima versione del Portale della Disabilità.