25 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Inps: Gestione separata – nuove aliquote contributive

Con la circolare n. 122 del 28 luglio 2017, l’Inps fornisce le istruzioni operative connesse all’aliquota contributiva aggiuntiva dello 0,51% dovuta per gli iscritti in via esclusiva alla Gestione separata.

L’incremento della contribuzione dovuta per tali soggetti si rende necessario a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 7 della L. n. 81/2017, che ha previsto la stabilizzazione ed estensione dell’indennità di disoccupazione per i lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa.

Tale articolo prevede, infatti, che, a, decorrere dal 1º luglio 2017, la DIS-COLL è riconosciuta ai collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, con esclusione degli amministratori e dei sindaci, iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata, nonché agli assegnisti e ai dottorandi di ricerca con borsa di studio in relazione agli eventi di disoccupazione verificatisi a decorrere dalla stessa data.

L’aliquota aggiuntiva dello 0,51%, volta al finanziamento della prestazione a sostegno del reddito, si aggiunge a quelle attualmente previste, ossia:

  • 32,00%, previsto dall’art. 2, comma 57, della legge 28 giugno 2012, n. 92;
  • 0,50%, stabilito dall’art. 59, comma 16, della Legge n. 449/1997;
  • 0,22%, disposto dall’art. 7 del Decreto Ministeriale 12 luglio 2007.

Per quanto riguarda il campo di applicazione della norma, va precisato che sono interessati dalle variazioni contributive i soggetti privi di altra copertura previdenziale obbligatoria, non pensionati e non titolari di partita IVA e i cui compensi derivano da:

  • Uffici di amministratore, sindaco o revisore di società, associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica;
  • tutte le collaborazioni coordinate e continuative, anche a progetto, incluse le collaborazioni occasionali;
  • dottorato di ricerca, assegno, borsa di studio.

Sono perciò esclusi:

  • Componenti commissioni e collegi;
  • Amministratori di enti locali;
  • Venditori porta a porta;
  • Rapporti occasionali autonomi;
  • Associati in partecipazione (non ancora cessati);
  • Medici in Formazione specialistica.

L’Inps fornisce, inoltre, importanti chiarimenti relativi agli adempimenti procedurali e ai versamenti interessati dalla nuova disposizione.

In particolare, l’Istituto afferma quanto segue: “gli adempimenti previsti a seguito della variazione dell’aliquota dello 0,51 per cento possono essere effettuati entro il terzo mese successivo a quello di emanazione da parte di questa Direzione Generale delle istruzioni applicative ed operative“. Aggiungendo poi le seguenti precisazioni:

-Versamento dei contributi. I versamenti del contributo, relativo ai soli soggetti interessati all’aumento della contribuzione sui compensi corrisposti a luglio, agosto esettembre 2017, potranno essere effettuati entro il 16 ottobre 2017 senza aggravio di somme aggiuntive, a titolo di sanzioni civili.

– Flusso Uniemens. Nella denuncia emens devono essere indicate le aliquote di competenza secondo le vigenti disposizioni. La presentazione delle denunce dei soli soggetti interessati all’aliquota del 33,23% per i mesi di luglio, agosto e settembre 2017 potrà essere effettuata entro il 31 ottobre 2017.

Fonte: Inps

 

 

 

In Primo Piano

Continua a leggere

Giornalisti in gestione separata: contributo minimo 2022

Giornalisti in gestione separata: contributo minimo 2022. L’INPGI mediante circolare numero 7 del 1° luglio 2022 ricorda la scadenza, alla data del 31 luglio 2022, del pagamento dei contributi minimi per l’anno in corso; tale adempimento coinvolge tutto i giornalisti iscritti alla gestione separata che durante l’anno 2022 abbiano svolto o abbiano in corso lo svolgimento di attività giornalista in forma autonoma.

Circolare inps n. 70 del 15 giugno 2022

Circolare inps n. 70 del 15 giugno 2022. L’INPS, con circolare n. 70 del 15 giugno 2022, fornisce le istruzioni operative relative allo sgravio contributivo per le assunzioni con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore redatti nel 2022.

ISCRO – messaggio Inps n. 1569 del 7 aprile 2022

ISCRO – messaggio Inps n. 1569 del 7 aprile 2022. L’INPS, con il messaggio n. 1569 del 7 aprile 2022, ha comunicato che dal 1° maggio 2022, per i lavoratori iscritti alla Gestione separata che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo, sarà possibile presentare la domanda dell’ indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (ISCRO)  per l’anno 2022.