24 Giugno 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Inps: elenchi nominativi dei braccianti agricoli – gli adempimenti per il 2015

Con la circolare n. 21 del 4 febbraio 2016, l’Inps fornisce le istruzioni operative per la compilazione degli elenchi nominativi dei braccianti agricoli valevoli per l’anno 2015.

Come precisa l’Istituto, per godere dell’agevolazione i lavoratori devono aver beneficiato degli interventi di cui all’articolo 1, comma 3 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e ricadere in area dichiarata calamitata, con i seguenti requisiti:

– l’area calamitata deve essere delimitata ai sensi dell’articolo 1, comma 1079 della legge 27 dicembre 2006, n. 296;

– alla delimitazione delle aree calamitate provvedono le Regioni, attraverso proprie delibere/decreti;

– le avversità atmosferiche devono essere ricomprese nel Piano assicurativo agricolo.

Inoltre, il lavoratore deve essere stato occupato per almeno cinque giornate presso un’impresa agricola nell’anno 2015.

Le aziende interessate dovranno dichiarare lo stato calamitoso trasmettendo per via telematica la dichiarazione di calamità tramite l’applicazione, presente nella sezione “Servizi Online”, che reca il nome di “dichiarazione di calamità aziende agricole”. La stessa, specifica l’Inps, è fruibile con le normali modalità di accesso dell’invio telematico del Dmag-Unico.

Per l’erogazione del beneficio ai piccoli coloni e compartecipanti familiari, i concedenti devono, invece, presentare istanza cartacea come da fac-simile allegato alla circolare in commento.

In ogni caso, la trasmissione dovrà avvenire entro la data del 10 febbraio p.v.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Congedo straordinario: computo delle mensilità aggiuntive   

A seguito delle richieste di chiarimenti pervenute all’Inps, con il messaggio n. 30 del 4 gennaio 2024, l’Istituto comunica le modalità di computo del rateo della tredicesima e della quattordicesima mensilità ai fini del calcolo dell’indennità per il congedo...

Sgravio contributivo per contratti di solidarietà 

L’Inps rende note le imprese ammesse alla fruizione dello sgravio contributivo per i contratti di solidarietà

Esonero contributivo per i beneficiari di assegno di inclusione 

L’Inps ha reso note le prime indicazioni in merito all’esonero introdotto dal Dl 48/2023 relativo alle assunzioni a tempo determinato e indeterminato e per la trasformazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato di soggetti beneficiari dell’Assegno di inclusione e del Supporto per la formazione e il lavoro