22 Febbraio 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Cigo e Cigs per gli apprendisti: le istruzioni operative dell’Inps

Con il messaggio n. 24 del 5 gennaio 2016, l’Inps illustra i profili contributivi connessi alle nuove misure di finanziamento della cassa integrazione, con particolare riferimento a quelli relativi agli apprendisti con contratto di tipo professionalizzante.

Il decreto legislativo 148/2015 ha infatti esteso la possibilità di beneficiare delle integrazioni salariali ordinarie e straordinarie anche ai lavoratori con contratto di apprendistato professionalizzante con le seguenti particolarità, così come ricordate dal’Istituto:

– gli apprendisti alle dipendenze di imprese che possono accedere solo alla cigo, sono destinatari esclusivamente di quest’ultima;

– gli apprendisti alle dipendenze di imprese che possono accedere sia alla cigo che alla cigs, sono anch’essi destinatari della sola cigo;

– gli apprendisti alle dipendenze di imprese che possono accedere solo alla cigs alle sole, sono destinatari esclusivamente di quest’ultima, ma limitatamente al caso in cui l’intervento sia stato richiesto per la causale di crisi aziendale.

L’Inps specifica, inoltre, che la misura della contribuzione di finanziamento della Cassa integrazione è sempre allineata a quella del personale con qualifica di operai.

Con riferimento gli apprendisti con contratto di tipo professionalizzante occupati presso aziende destinatarie della sola Cigs, l’aliquota di finanziamento dovuta dal periodo di paga “settembre 2015” è pari allo 0,90% (di cui 0,30% a carico dell’apprendista).

Anche se adesso gli apprendisti possono beneficiare della cassa integrazione guadagni, la contribuzione sarà sempre dovuta in misura piena (anche con riferimento ai contratti di apprendistato stipulati dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2016).

Il messaggio contiene le istruzioni operative riguardanti il flusso Uniemens, comprese quelle per la regolarizzazione dei periodi pregressi.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Sgravio contributivo per contratti di solidarietà 

L’Inps rende note le imprese ammesse alla fruizione dello sgravio contributivo per i contratti di solidarietà

Esonero contributivo per i beneficiari di assegno di inclusione 

L’Inps ha reso note le prime indicazioni in merito all’esonero introdotto dal Dl 48/2023 relativo alle assunzioni a tempo determinato e indeterminato e per la trasformazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato di soggetti beneficiari dell’Assegno di inclusione e del Supporto per la formazione e il lavoro

Riconteggio debiti contributivi  

L’INPS, con la circolare 4244 del 2023, ha posticipato all’11 di dicembre l’invio delle domande di riconteggio dei debiti contributivi successiva alla procedura di saldo e stralcio introdotta dal decreto lavoro.