17 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Associazionismo sociale: le linee guida richiedere il contributo

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali  ha emanato le Linee guida del 7 marzo 2016 che disciplinano il procedimento per la richiesta dei contributi, per l’annualità 2016, previsti dalla legge n. 438/1998 e dall’art. 1, comma 2, della legge n. 476/1987 per favorire lo sviluppo dell’associazionismo sociale.

Questi contributi per l’associazionismo sociale spettano, infatti, alle:

  • associazioni “storiche”  (U.I.C. – Unione Italiana Ciechi, U.N.M.S. – Unione Nazionale mutilati ed invalidi per servizio, A.N.M.I.L – Associazione nazionale mutilati ed invalidi per lavoro, A.N.M.I.C – Associazione nazionale mutilati ed invalidi civili,  E.N.S. – Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordomuti);
  • associazioni  “non storiche” che promuovano attuazione dei diritti costituzionali dei cittadini in condizione di marginalità sociale a causa di deficit psichici, fisici o funzionali o di specifiche condizioni socio economiche, siano in condizione di marginalità sociale.

Per ottenere il contributo bisogna presentare apposita domanda, il cui facsimile è reperibile sul sito del Ministero del Lavoro, corredata da apposita documentazione,  entro il 31 marzo 2016.

I requisti che le associazioni devono possedere per poter richiedere il contributo in commento sono specificate nelle linee guida.

La ripartizione del contributo è così suddivisa:

  • 50% alle  “associazioni storiche”, tra cui è ripartito in parti uguali;
  • 50% alle  “associazioni non storiche”, tra cui è ripartito secondo i criteri stabiliti dall’art. 1, comma 3 della legge 438/98.

Fonte: Ministero del Lavoro

In Primo Piano

Continua a leggere

Firmato il protocollo per 10mila posti di lavoro per poveri

Nel quadro delle nuove misure a sostegno del progetto di inclusione sociale, si colloca il recente accordo concluso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali insieme ad Anpal Serviz con il Consorzio Elis, in data 27 giugno 2023, al fine di includere, tra i beneficiari dei servizi di orientamento, formazione e politica attiva, anche coloro che versano in condizioni di povertà ed emarginazione sociale, tra i quali si annoverano anche i percettori dell’assegno di inclusione.

Aumentano in centro Italia i contratti di lavoro

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in data 9 giugno 2023, ha pubblicato la Nota trimestrale relativa al I trimestre 2023, tratta dal Sistema Informativo Statistico delle Comunicazioni Obbligatorie del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Come va il mercato del lavoro in Italia

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso nota la pubblicazione, in data 1/03/2023, del Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2023, curato dalla Direzione generale delle Politiche attive del lavoro e dal Segretariato generale-Ufficio di Statistica del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.