26 Febbraio 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

ANF: evoluzione procedurali sulla presentazione delle domande

ANF: evoluzione procedurali sulla presentazione delle domande. L’INPS con il messaggio n. 2815 del 24 luglio 2019 è nuovamente intervenuta sulle modalità di presentazione della domanda di Assegno per il Nucleo Familiare per i lavoratori del settore privato non agricolo.

Nel messaggio l’INPS informa che l’utility “Consultazione importi ANF”, disponibile all’interno del cassetto previdenziale, è stata implementata e prevede le seguenti nuove opzioni:

  • per la ricerca puntuale, l’estensione del periodo di ricerca da 6 mesi a 12 mesi;
  • per la ricerca massiva, la possibilità di selezione multipla delle matricole aziendali;
  • per la ricerca massiva, l’indicazione della data di inizio e fine periodo di validità dell’ANF, riportata anche nel file xml;
  • per la ricerca massiva di una stessa matricola, l’inibizione della ricerca se questa è stata effettuata nei 5 giorni antecedenti;
  • per la ricerca massiva la possibilità di richiedere un periodo specifico DAL AL di presentazione delle domande dei lavoratori;
  • possibilità di salvare in formato CSV l’elenco di lavoratori, importi e periodo di validità dell’ANF;
  • notifica per e-mail dell’esito (con file xml, in caso di contatto PEC) di elaborazioni massive terminate e richieste tramite procedura web;
  • notifiche push via e-mail relative a modifiche a file xml già richiesti (da realizzare).

Nel messaggio l’INPS fornisce anche le prime indicazioni per la compilazione dei flussi Uniemens chiarendo che “le modalità di esposizione nei flussi Uniemens rimangono immutate fino alla denuncia contributiva di competenza del mese 09/2019. Pertanto, per tutti i lavoratori, indipendentemente dalla data di presentazione della domanda di ANF all’INPS, non è necessario compilare la sezione <ANF> e la compilazione della nuova sezione <InfoAggCausaliContrib> è facoltativa”.

ANF: evoluzione procedurali sulla presentazione delle domande.

Fonte: INPS

In Primo Piano

Continua a leggere

Esonero contributivo per i beneficiari di assegno di inclusione 

L’Inps ha reso note le prime indicazioni in merito all’esonero introdotto dal Dl 48/2023 relativo alle assunzioni a tempo determinato e indeterminato e per la trasformazione dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato di soggetti beneficiari dell’Assegno di inclusione e del Supporto per la formazione e il lavoro

Riconteggio debiti contributivi  

L’INPS, con la circolare 4244 del 2023, ha posticipato all’11 di dicembre l’invio delle domande di riconteggio dei debiti contributivi successiva alla procedura di saldo e stralcio introdotta dal decreto lavoro.

Più semplice l’iter di riconoscimento delle prestazioni di invalidità

L’Inps, con il messaggio n. 4193 del 24/11/2023, rende noto il rilascio della prima versione del Portale della Disabilità.