29 Settembre 2023

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Unificata la domanda di pensione per dipendenti pubblici e privati

L’Inps, tramite la sezione “news” del proprio sito internet, informa che il servizio online per la domanda di pensione diretta per dipendenti pubblici e privati è stato unificato.

Adesso infatti, anche per i dipendenti pubblici devono inviare all’Inps la domanda di pensione diretta, di vecchiaia e anticipata utilizzando il servizio online “Domanda di Prestazioni Previdenziali: Pensione, Ricostituzione, Ratei ecc.” accessibile seguendo il percorso: Servizi OnLine > Accedi ai servizi>Servizi per il Cittadino.

Dopo la compilazione della sezione “Anagrafica”, l’iscritto alla Gestione dipendenti pubblici può selezionare il tipo pensione e scegliere la gestione e il fondo di appartenenza.

L’Istituto specifica che devono essere compilate anche le dichiarazioni di responsabilità relative a:

-ultimo datore di lavoro

– data di cessazione del rapporto di lavoro

-eventuale titolarità di altre prestazioni pensionistiche e/o assistenziali.

Se si vuole chiedere l’Anf, unitamente alla pensione, è necessario indicare il reddito presunto.

La notizia, di cui si riporta il link, è stata pubblicata il 20 luglio 2016.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Cessioni del quinto delle pensioni: aggiornati i tassi di interesse per il terzo trimestre 2023

L’Inps, con il messaggio n. 2488 del 03/07/2023, ha pubblicato i valori dei tassi di interesse da applicare alla cessione del quinto dello stipendio e della pensione per il periodo 1° luglio 2023 – 30 settembre 2023.

Incentivo al posticipo del pensionamento

L’INPS, con il messaggio n. 2426 del 28/06/2023, rende noto che il sistema di gestione delle domande di presentazione è stato implementato al fine di permettere la presentazione dell’istanza riguardante l’incentivo al posticipo del pensionamento per i lavoratori dipendenti che hanno maturato i requisiti minimi per l’accesso al trattamento di pensione anticipata flessibile.

Incremento pensioni minime da luglio 2023

L’INPS, con il messaggio n. 2329 del 22 giugno 2023, comunica che a partire dalla mensilità di luglio 2023 verrà corrisposto d’ufficio l’incremento  delle pensioni di importo pari o inferiore al trattamento minimo INPS, comprensivo degli arretrati dalla decorrenza del beneficio, ai sensi della Legge di Bilancio 2023.