23 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Osservatorio sul precariato marzo 2020

Osservatorio sul precariato marzo 2020. In data 18 giugno 2020, sono stati resi noti i dati di marzo 2020 dell’Osservatorio sul precariato.

Nei primi tre mesi dell’anno, in relazione alle assunzioni del settore privato, si registra un calo molto deciso (-24%); come è logico, molto influente è risultata l’emergenza legata al Covid-19. A risentirne sono state tutte le tipologie contrattuali.

Per quel che riguarda le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, nel periodo gennaio-marzo 2020, sono risultata 166.118 (-26% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). Dato positivo è quello inerente alle conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (+19%).

Le cessazioni totali sono state 1.393.078, in lieve diminuzione rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

I lavoratori impiegati con Contratto di Prestazione Occasionale (CPO) a marzo 2020 risultano essere stati pari a 10.073 (in netto calo rispetto allo stesso mese dell’anno precedente). L’importo medio mensile lordo della remunerazione effettiva ammonta a 187 euro.

In netto aumento (+251%) i lavoratori pagati con Libretto Famiglia (LF). La crescita è direttamente collegata all’introduzione da parte del Governo del bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting. A tal riguardo l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 488 euro.

Fonte: INPS

Osservatorio sul precariato marzo 2020

In Primo Piano

Continua a leggere

Prestazioni sociali: aggiornati gli Assegni per il Nucleo Familiare 

Aggiornati gli importi degli assegni secondo le variazioni Istat. Lo ha reso noto L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS). La variazione, prevista per legge annualmente, è stata calcolata dall’ISTAT tra il 2023 e il 2022 pari al +5,4%. I livelli...

Congedi parentali all’80%, cosa c’è da sapere

L’INPS, con il messaggio 1629/2024 torna nuovamente a parlare di congedo parentale all’80%. Nel messaggio vengono forniti chiarimenti in merito alla gestione degli arretrati.

Fringe benefit e stock option: entro il 21 febbraio la trasmissione dei dati relativi al personale cessato  

L’articolo 40 del Decreto Lavoro (D.L. n. 48/2023) convertito nella legge n. 83/2023, ha elevato, per il solo periodo d’imposta 2023, da 258,23 euro a 3.000 euro il limite di esenzione previsto per i beni ceduti e i servizi...