24 Giugno 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Licenziamento per giusta causa e tipizzazioni del CCNL di riferimento

Licenziamento per giusta causa e tipizzazioni del CCNL di riferimento. Con la sentenza n. 14063/2019, la Corte di Cassazione ha affermato che “le tipizzazioni delle fattispecie previste dal contratto collettivo nell’individuazione delle condotte costituenti giusta causa di recesso non sono vincolanti per il giudice, ma la scala valoriale formulata dalle parti sociali deve costituire uno dei parametri cui occorre fare riferimento per riempire di contenuto la clausola generale dell’articolo 2119 Cc”.

In sostanza, il giudice se da una parte deve tenere conto delle tipizzazioni di giusta causa e giustificato motivo previste dal contratto collettivo di riferimento, dall’altra queste ipotesi non sono vincolanti e la scala di valori formulata dalle parti sociali deve essere utilizzata come un mero parametro di riferimento al fine della valutazione della specifica fattispecie oggetto in giudizio.

Nel caso specifico, alla commessa di una profumeria si imputava di aver usato la card riservata ai dipendenti per l’acquisto di prodotti per la propria madre e di avere consentito a quest’ultima la partecipazione ad un concorso riservato ai clienti stessi. Tale condotta avrebbe dovuto comportare il venir meno del rapporto di fiducia con il datore di lavoro.

Tuttavia, la Corte di Cassazione ha stabilito che non è possibile licenziare il dipendente per giusta causa ove il contratto collettivo di riferimento prevede il recesso esclusivamente in caso di comportamenti di maggiore gravità, inerenti ad ipotesi di reato.

Licenziamento per giusta causa e tipizzazioni del CCNL di riferimento

Leggi anche questo articolo

Fonte: Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Cassazione: accertamenti del danno rilevanti per validità ricorso 

Con ordinanza n. 2261 del 23 gennaio scorso, la Corte di Cassazione si è espressa sulla richiesta di danni avanzata da un vigile urbano per mancata fornitura della divisa. L'agente, in servizio presso la polizia municipale del comune di...

Industrie chimiche e farmaceutiche, firmato il rinnovo del CCNL 

Riguarda gli addetti delle industrie chimiche, chimico-farmaceutiche, delle fibre chimiche e dei settori abrasivi, lubrificanti e Gpl.   Sottoscritto l’8 gennaio scorso l’accordo di rinnovo contrattuale di settore: a sottoscrivere Federchimica, Farmindustria e Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil.  Previsto l’anticipo dell’erogazione di 45 euro di aumento del Trattamento Economico...

Diritto alla Naspi può venire meno

Diritto alla Naspi può venire meno. Lo ha deciso la Corte di Cassazione. La percezione della Naspi decade se non vengono resi noti gli altri eventuali rapporti autonomi in essere.  La Corte di Cassazione con l’ordinanza 846 del 9 gennaio scorso...