14 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Gestione separata: aliquote contributive

Gestione separata: aliquote contributive. L’INPS ha pubblicato la circolare n. 12 del 03/02/2020 con la quale comunica le aliquote, il valore minimale e massimale del reddito erogato per il calcolo dei contributi dovuto da tutti i soggetti iscritti alla Gestione Separata, di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335/1995.

Le aliquote 2020 sono fissate secondo quanto segue:

COLLABORATORI E FIGURE ASSIMILATE ALIQUOTE
Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie per i quali è prevista la contribuzione aggiuntiva Dis-Coll 34,23% (33,00 IVS + 0,72 + 0,51 di aliquote aggiuntive)
Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie per i quali non è prevista la contribuzione aggiuntiva Dis-Coll 33,72% (33,00 IVS + 0,72 di aliquota aggiuntiva)
Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria 24%
PROFESSIONISTI ALIQUOTA
Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie 25,72% (25,00 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva)
Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria 24%

La ripartizione dell’onere contributivo tra committente e collaboratore è stabilita nella misura, rispettivamente, di due terzi e un terzo. L’obbligo di versamento è in capo all’azienda committente, mediante il modulo F24, entro il giorno 16 del mese successivo a quello di corresponsione del compenso.

Per quanto riguarda i professionisti, l’onere del versamento è interamente a loro carico.

Per l’anno 2020 il massimale di reddito è pari a 103.055,00€, mentre il minimale di reddito è 15.953,00€.

Fonte: INPS

Gestione separata: aliquote contributive

In Primo Piano

Continua a leggere

Sgravio contratti di solidarietà per il 2021

L’INPS ha pubblicato la circolare n. 40 del 2023 con la quale chiarisce alcuni aspetti connessi ai contratti di solidarietà difensivi (CdS) accompagnati dalla CIGS. Nello specifico prevede una riduzione contributiva pari al 35% per ogni lavoratore interessato alla riduzione dell’orario di lavoro in misura superiore al 20%, per la durata del contratto per un periodo inferiore a 24 mesi.

Inps: nuovo limite di impignorabilità nel pignoramento presso terzi

L’INPS, con la circolare n. 38 del 03/04/2023, fornisce le indicazioni operative in merito all’innalzamento dell’importo del minimo vitale per i pignoramenti presso terzi su pensioni e rende note le regole specifiche in merito ai procedimenti esecutivi “pendenti”.

INPS: chiarimenti per la gestione dei congedi e post D.L.gs. 105 del 2022

L’istituto di previdenza, con la circolare n. 39 del 2023, pone alcune specifiche inerentemente alle novità introdotte dal D.L.gs. 105 del 2022 rispetto ai permessi e ai congedi per l’assistenza dei soggetti riconosciuti disabili in situazioni di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.