17 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Fermo pesca 2022: scadenza della domanda per l’indennità

Fermo pesca 2022: scadenza della domanda per l’indennità. Con il decreto interministeriale n. 1 del 2023, tra il Ministero del lavoro e il Ministero delle politiche agricole, si sono indicate le modalità pratiche per fare richiesta dell’indennità per fermo pesca, in adempimento del dettato della L. 234 del 2022. Tale legge stabiliva, per i lavoratori occupati nella piccola pesca, compresi soci lavoratori delle cooperative della piccola pesca, L. n. 250 del 1958, che hanno dovuto obbligatoriamente e temporaneamente fermare la loro attività in quanto stabilito dalla legge, l’erogazione di:

  • un’indennità giornaliera onnicomprensiva pari al massimo di 30 euro in caso di sospensione dal lavoro derivante da misure di arresto temporaneo obbligatorio art. 1;
  • un’indennità giornaliera onnicomprensiva a titolo di sostegno al reddito fino ad un importo massimo di 30 euro per un periodo non superiore a 40 giorni in corso d’anno, in caso di sospensione dal lavoro derivante da misure di arresto temporaneo non obbligatorio.

Il decreto individua anche gli eventi che possono dare vita a queste erogazioni.

La domanda dovrà essere effettuata in via telematica nel portale CIGS online, non oltre il 15 marzo, con le seguenti informazioni:

  • ragione sociale e generalità del datore di lavoro, completo di codice IBAN;
  • elementi identificativi dell’unità di pesca;
  • ufficio marittimo in cui si è effettuato l’arresto temporaneo obbligatorio dell’attività;
  • le cause e il numero totale di giorni lavorativi dei singoli arresti temporanei;
  • elenco dei marittimi imbarcati alla data d’arresto;
  • dichiarazione dell’avvenuto fermo di pesca rilasciata dall’Autorità marittima competente.

Fermo pesca 2022: scadenza della domanda per l’indennità.

In Primo Piano

Continua a leggere

Indennità di vacanza contrattuale: a chi spetta il pagamento?

La Corte di Cassazione interviene con la sentenza n. 28186  del 06/10/2023. La Corte ha stabilito a quale soggetto deve essere posto in capo il relativo versamento nel caso di successione di datori di lavoro durante il periodo di...

Cigs in deroga e contributo addizionale

L’Inps con il messaggio n. 3575/2023 rende note le modalità di versamento del contributo addizionale per le imprese che fruiscono della Cigs in presenza di eccezionali cause di crisi e riorganizzazione (in deroga introdotta dall’articolo 30 del Dl. 48/2023). L’Istituto precisa...

Immigrazione, decreto Flussi: ancora possibile aderire a procedure semplificate

Immigrazione, decreto Flussi: ancora possibile aderire a procedure semplificate. Lo ha fatto sapere il ministero del Lavoro. E’ ancora possibile aderire al protocollo d’intesa volto alla semplificazione delle procedure d’ingresso in Italia di cittadini stranieri ed extracomunitari per motivi di lavoro, come...