23 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Tutela del lavoro dei raiders

Tutela del lavoro dei raiders. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato la circolare n. 17/2020 contenente le tutele del lavoro applicabili ai ciclo-fattorini, c.d. raiders, delle piattaforme digitali.

Con la legge n. 128/2019 si è provveduto a modificare il D.Lgs. n. 81/2015, attribuendo ai raiders tutele differenziate a seconda che la loro attività sia riconducibile alla nozione di etero-organizzazione di cui all’art. 2 del Decreto, ovvero a quella di lavoro autonomo di cui all’art. 47-bis del medesimo Decreto. Fermo restando la possibilità di inquadrare tali attività, al ricorrere delle condizioni, alla fattispecie di lavoro subordinato di cui all’art. 2094 del c.c.

Nell’ipotesi in cui l’attività sia di carattere continuo e prevalentemente personale secondo le modalità esecutive definite dal committente attraverso la piattaforma, la norma garantisce l’applicazione della disciplina del rapporto di lavoro subordinato, a meno che non sussistano accordi collettivi stipulati da associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale che disciplinino il trattamento economico e normativo.

Qualora, invece, l’attività dei raiders si presenti come una prestazione di carattere occasionale, quindi priva della continuità di cui all’art. 2 del decreto 81/2015, si dovrà applicare il Capo V-bis del medesimo decreto in cui sono contenuti i principali diritti che costituiscono i livelli minimi di tutela.

Di particolare importanza è l’aspetto retributivo il quale deve essere disciplinato dai contratti collettivi ma, anche in mancanza di tali contratti, i raider non possono essere retribuiti in base alle consegne effettuate e, pertanto, gli deve essere garantito un compenso minimo orario parametrato ai minimi tabellari stabiliti dalla contrattazione di settori affini o equivalenti.

In ogni caso, ai ciclo-fattorini deve essere garantita un’indennità integrativa non inferiore al 100 per centro per il lavoro svolto di notte, durante le festività o in condizioni metereologiche sfavorevoli.

Fonte: Ministero del Lavoro

Tutela del lavoro dei raiders

In Primo Piano

Continua a leggere

Firmato il protocollo per 10mila posti di lavoro per poveri

Nel quadro delle nuove misure a sostegno del progetto di inclusione sociale, si colloca il recente accordo concluso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali insieme ad Anpal Serviz con il Consorzio Elis, in data 27 giugno 2023, al fine di includere, tra i beneficiari dei servizi di orientamento, formazione e politica attiva, anche coloro che versano in condizioni di povertà ed emarginazione sociale, tra i quali si annoverano anche i percettori dell’assegno di inclusione.

Aumentano in centro Italia i contratti di lavoro

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in data 9 giugno 2023, ha pubblicato la Nota trimestrale relativa al I trimestre 2023, tratta dal Sistema Informativo Statistico delle Comunicazioni Obbligatorie del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Come va il mercato del lavoro in Italia

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso nota la pubblicazione, in data 1/03/2023, del Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2023, curato dalla Direzione generale delle Politiche attive del lavoro e dal Segretariato generale-Ufficio di Statistica del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.