16 Aprile 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Riattivato l’incentivo per l’assunzione di donne residenti in aree svantaggiate e disoccupate da almeno sei mesi

L’Inps, con messaggio n. 6319 del 29 luglio 2014, informa che è stata ripristinata l’agevolazione per l’assunzione di donne di qualsiasi età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi e residenti in aree svantaggiate. Inoltre, è prevista la possibilità di riconoscere l’incentivo anche per le assunzioni, proroghe e trasformazioni effettuate dal primo luglio 2014.

L’esito negativo attribuito alle richieste sarà annullato automaticamente dai sistemi informativi centrali e sostituito con un esito positivo di accoglimento, con contestuale attribuzione del Codice di Autorizzazione “2H” in favore delle matricole interessate.

L’INPS, con il messaggio n. 6235 del 23 luglio 2014, aveva sospeso cautelarmente la possibilità di fruire di tale incentivo a causa del mancato rinnovo della Carta di aiuti a finalità regionale.

Tuttavia, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con nota n. 40/0028096 del 25 luglio 2014, ha chiarito che, poiché il suddetto l’incentivo costituisce un regime di aiuti in favore dei lavori svantaggiati, è possibile continuare a considerare utili ai fini della applicazione dell’incentivo le aree indicate nella Carta.

In seguito a ciò l’Inps ha preso la decisione di rendere l’agevolazione nuovamente fruibile.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Cassazione: la somministrazione ripetuta è illegittima

È il giudice a stabilire quando si va oltre la ragionevole temporaneità. La Cassazione con la sentenza n. 6898/2024 è intervenuta sul tema del contratto di somministrazione reiterato più volte presso lo stesso utilizzatore. A parere della Corte, la reiterazione...

Sharenting, c’è chi dice no

Freni e frizioni. La sovraesposizione dei minori per la pubblicazione sui media diventa un caso.  La nascita di un figlio è uno dei momenti più emozionanti per ogni genitore. Dai primi passi alle piccole birbate. La felicità è incontenibile e...

Cassazione: il diritto di precedenza va messo per iscritto

È tenuto al risarcimento del danno il datore di lavoro che non abbia informato il lavoratore stagionale dell'esistenza del diritto di precedenza ad essere assunto una volta cessato il rapporto a tempo determinato. Con ordinanza n. 9444/2024 la Corte di Cassazione...