4 Marzo 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Operaio infortunato per aver disatteso un ordine: il datore di lavoro è responsabile

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 21647 del 14 ottobre 2014 ha affermato che Il datore è responsabile dell’infortunio occorso al lavoratore anche qualora quest’ultimo si sia infortunato per aver disatteso un ordine.

Secondo i giudici della Suprema Corte, le norme dettate in tema di prevenzione degli infortuni sul lavoro sono dirette a tutelare il lavoratore non solo dagli incidenti derivanti dalla sua disattenzione, ma anche da quelli ascrivibili a imperizia, negligenza ed imprudenza dello stesso, con la conseguenza che il datore di lavoro è sempre responsabile dell’infortunio occorso al lavoratore, tranne nel caso in cui l’evento dannoso non sia dipeso da un c.d. “rischio elettivo” (non rinvenibile nel caso di specie).

Si ricorda che costituisce rischio elettivo “la deviazione puramente arbitraria e animata da finalità personali, dalle normali modalità lavorative che comporta rischi diversi da quelli inerenti le usuali modalità di esecuzione della prestazione”.

Fonte: Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Lavoro. Come va l’occupazione (secondo l’Istat)

Pubblicata la nota mensile sull’andamento dell’occupazione in Italia a gennaio 2024. I dati non sono definitivi. Emerge dal documento elaborato dall'Istat che nel mese di gennaio 2024, rispetto al mese di dicembre 2023, sono aumentati gli inattivi e diminuiti sia gli...

Il Chronoworking rivoluziona l’orario di lavoro

All’indomani della pandemia, una nuova percezione del mondo ha portato le persone ad interrogarsi sul proprio stile di vita e su una gestione più sostenibile del tempo.Il modo di approcciarsi al lavoro è cambiato e l’orario di lavoro non...

“Può il mito di Prometeo essere una metafora dell’intelligenza artificiale?”

Pensiamoci. Al mito di Prometeo, già tra le storie importanti dell'antica Grecia, è meglio prestare attenzione.  Una strada, quella delle connessioni, arti e crescita del pensiero, aperta circa un mese fa dal settimanale The Economist. “Are the myths of Pandora...