17 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Operaio infortunato per aver disatteso un ordine: il datore di lavoro è responsabile

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 21647 del 14 ottobre 2014 ha affermato che Il datore è responsabile dell’infortunio occorso al lavoratore anche qualora quest’ultimo si sia infortunato per aver disatteso un ordine.

Secondo i giudici della Suprema Corte, le norme dettate in tema di prevenzione degli infortuni sul lavoro sono dirette a tutelare il lavoratore non solo dagli incidenti derivanti dalla sua disattenzione, ma anche da quelli ascrivibili a imperizia, negligenza ed imprudenza dello stesso, con la conseguenza che il datore di lavoro è sempre responsabile dell’infortunio occorso al lavoratore, tranne nel caso in cui l’evento dannoso non sia dipeso da un c.d. “rischio elettivo” (non rinvenibile nel caso di specie).

Si ricorda che costituisce rischio elettivo “la deviazione puramente arbitraria e animata da finalità personali, dalle normali modalità lavorative che comporta rischi diversi da quelli inerenti le usuali modalità di esecuzione della prestazione”.

Fonte: Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Assegno unico, Inps: erogati oltre 8 miliardi di euro in 5 mesi

A quasi sei milioni di famiglie, 9,4 milioni i figli coinvolti. Quota 8,12 miliardi di euro per assegno unico. È quanto emerge dall'Osservatorio sull'assegno unico dell'Inps secondo il quale la media mensile dei nuclei che hanno ricevuto il beneficio...

AI act: al via la legge Ue  

La legge UE che riguarda le applicazioni di intelligenza artificiale entra in vigore a scaglioni. Tra sei mesi i controlli sui sistemi di IA per finalità generali. Al via il Regolamento 1689/2024/UE (EU Artificial Intelligence Act) misura legislativa europea di tutela...

Edilizia. Riduzione dei versamenti contributivi?

Sì, per i datori di lavoro. In quali casi? Il beneficio riguarda le buste paga del 2023. Con il decreto n. 368 del 21 maggio il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il ministero dell’Economia hanno confermato...