23 Giugno 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Obbligo dell’unicità della posizione contributiva aziendale: il termine slitta al 31 marzo 2015

Con il messaggio n. 9675 del 15 dicembre 2014, l’Inps ha differito, al 31 marzo 2015, il termine per completare le attività preordinate a conseguire l’unicità della posizione contributiva aziendale, da parte dei datori di lavoro che operano attraverso l’utilizzo di più matricole caratterizzate da obblighi contributivi analoghi ovvero la cui differenziazione è gestibile attraverso l’opportuna valorizzazione degli elementi individuali del flusso Uniemens.

Si rammenta che in caso di mancato adempimento, le Sedi, cesseranno d’ufficio le posizioni contributive secondarie aventi il medesimo inquadramento previdenziale della posizione primarie. Viene precisato in seguito che le posizioni chiuse d’ufficio non potranno più essere riattivate.

Leggete il nostro approfondimento: “Accentramento contributivo e comunicazione delle unità operative-fine del periodo transitorio”.

In Primo Piano

Continua a leggere

La morte fake di Noam Chomsky

È partita dal social X per diffondersi, inesorabile e virale. La morte fake dell’intellettuale americano Noam Chomsky in poche ore ha fatto il giro del mondo.  La fake diffusa attraverso necrologi online e testate giornalistiche. Poi tutti  impietriti per l’imbarazzo...

Il recesso dell’apprendista: evoluzione normativa e nuovi sviluppi giurisprudenziali 

Il tema del recesso dal contratto di apprendistato, nel corso tempo, è stato ampiamente dibattuto sia tra gli interessati che tra gli addetti ai lavori. Prima del 2015, infatti, poiché il d.lgs. n. 167 del 2011, all’art. 2, comma 1,...

Web scraping, una questione personale

Come difendersi dalle reti, da chi raccoglie e usa i nostri dati personali dal web scraping? Le istruzioni arrivano dal Garante per la Privacy. La nota ufficiale è stata pubblicata in Gazzetta. I dati della persona e quelli di navigazione...