16 Aprile 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Obbligo dell’unicità della posizione contributiva aziendale: il termine slitta al 31 marzo 2015

Con il messaggio n. 9675 del 15 dicembre 2014, l’Inps ha differito, al 31 marzo 2015, il termine per completare le attività preordinate a conseguire l’unicità della posizione contributiva aziendale, da parte dei datori di lavoro che operano attraverso l’utilizzo di più matricole caratterizzate da obblighi contributivi analoghi ovvero la cui differenziazione è gestibile attraverso l’opportuna valorizzazione degli elementi individuali del flusso Uniemens.

Si rammenta che in caso di mancato adempimento, le Sedi, cesseranno d’ufficio le posizioni contributive secondarie aventi il medesimo inquadramento previdenziale della posizione primarie. Viene precisato in seguito che le posizioni chiuse d’ufficio non potranno più essere riattivate.

Leggete il nostro approfondimento: “Accentramento contributivo e comunicazione delle unità operative-fine del periodo transitorio”.

In Primo Piano

Continua a leggere

Cassazione: la somministrazione ripetuta è illegittima

È il giudice a stabilire quando si va oltre la ragionevole temporaneità. La Cassazione con la sentenza n. 6898/2024 è intervenuta sul tema del contratto di somministrazione reiterato più volte presso lo stesso utilizzatore. A parere della Corte, la reiterazione...

Sharenting, c’è chi dice no

Freni e frizioni. La sovraesposizione dei minori per la pubblicazione sui media diventa un caso.  La nascita di un figlio è uno dei momenti più emozionanti per ogni genitore. Dai primi passi alle piccole birbate. La felicità è incontenibile e...

Cassazione: il diritto di precedenza va messo per iscritto

È tenuto al risarcimento del danno il datore di lavoro che non abbia informato il lavoratore stagionale dell'esistenza del diritto di precedenza ad essere assunto una volta cessato il rapporto a tempo determinato. Con ordinanza n. 9444/2024 la Corte di Cassazione...