16 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Le imprese cercano. Ma trovano?

Le assunzioni che le imprese prevedono rispetto agli immigrati sarebbero stimate in 85mila unità (pari al 19,1% delle entrate complessive) con un incremento del 8,5% rispetto a quanto previsto a marzo 2023. Questo secondo il Bollettino del Sistema informativo Excelsior realizzato da Unioncamere e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Proprio in questi giorni di marzo si svolgono i click days per le assunzioni secondo le quote risevate ai lavoratori stranieri secondo il Decreto flussi.

Le imprese interessate a ricorrere a manodopera straniera sarebbero quelle dei servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone (33,7%), dei trasporti – logistica (28,4%) e delle costruzioni (25,2%).

Tra gli aspetti che si leggono nella ricerca, il mismatch riscontrato dalle imprese nel Nord est per cui sono difficili da reperire circa il 52,9% dei profili ricercati con punte del 57,1% per il Friuli-Venezia Giulia. Le imprese del Nord ovest segnalano difficoltà a reperire il 47,9% dei profili ricercati, seguite dalle imprese del Centro (45,9%) e da quelle del Mezzogiorno d’Italia (44,5%).

Secondo lo studio, a marzo,il flusso delle assunzioni è caratterizzato da una prevalenza di contratti a tempo determinato (239 unità; 53,4% del totale), seguono i contratti a tempo indeterminato (91mila; 20,4%) e quelli in somministrazione (41mila; 9,2%).

In Primo Piano

Continua a leggere

Decreto Lavoro: incentivi per l’assunzione di NEET

Il legislatore, con il cd. Decreto lavoro (n. 48 del 2023), ha inserito nell’ordinamento un nuovo incentivo all’assunzione dei giovani a tempo indeterminato a tempo pieno o a tempo parziale almeno al 60%.

Osservatorio sul precariato: i dati di gennaio 2023

L’INPS, in data 20 aprile 2023, ha reso nota la pubblicazione dell’Osservatorio sul precariato con i dati relativi al mese di gennaio 2023.

Contratto di espansione e incentivi all’occupazione per le assunzioni

Con il messaggio 1450/2023, L’INPS fornisce un importante chiarimento, affermando come anche per le assunzioni effettuate dal datore di lavoro in attuazione di un contratto di espansione, possono essere applicate le agevolazioni esistenti, anche se tali assunzioni sono realizzate in esecuzione di un contratto di espansione con in corso la cassa integrazione.