17 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Lavoratori domestici: aggiornati i contributi dovuti per il 2021

Lavoratori domestici: aggiornati i contributi dovuti per il 2021. L’Inps, mediante circolare n. 9/2021, ha provveduto a comunicare gli aggiornamenti in merito agli importi dei contributi dovuti per l’anno 2021 per i lavoratori domestici. Tale importo trova origine dalla variazione annuale dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati nel periodo temporale compreso tra gennaio-dicembre 2019 e tra gennaio 2020-dicembre 2020, pari al -0,3%.

L’istituto specifica che per il rapporto di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale). Tale contributo non si applica ai lavoratori assunti a termine in sostituzione di lavoratori assenti.

Contribuzione dovuta:

La contribuzione base dovuta viene individuata sulla base della retribuzione oraria effettiva, come da dettaglio che segue:

– fino a 8,10 euro: retribuzione convenzionale pari a 7,17 euro, contributo orario pari a 1,44 euro;

– da 8,10 a 9,86 euro: retribuzione convenzionale pari a 8,10 euro, contributo orario pari a 1,63 euro;

– oltre 9,86 euro: retribuzione convenzionale pari a 9,86 euro, contributo orario pari a 1,97 euro;

– in caso di orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali: retribuzione convenzionale pari a 5,22 euro, contributo orario pari a 1,05 euro.

Fonte: Inps

Lavoratori domestici: aggiornati i contributi dovuti per il 2021

In Primo Piano

Continua a leggere

Prestazioni sociali: aggiornati gli Assegni per il Nucleo Familiare 

Aggiornati gli importi degli assegni secondo le variazioni Istat. Lo ha reso noto L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS). La variazione, prevista per legge annualmente, è stata calcolata dall’ISTAT tra il 2023 e il 2022 pari al +5,4%. I livelli...

Rapporti Istat, cambio in vent’anni

L’Italia si mostra diversa. Dal lavoro ai giovanissimi. L’evoluzione dell’occupazione negli ultimi venti anni. Vent’anni in cui tutto è cambiato. Dal 2004 al 2023 la composizione per età dell’occupazione in Italia è strutturalmente cambiata. Lo sostiene l’Istat nel suo...

Come va il benessere sostenibile in Italia?

Lo racconta il Rapporto sul Benessere equo e sostenibile (Bes) dell'Istat. Salute, benessere sostenibile ed economico, conciliazione vita-lavoro, tra i temi analizzati dai ricercatori. Secondo il rapporto “nel 2023 è migliorata la partecipazione al mercato del lavoro”.  Sarebbe quindi cresciuto di 1,5 punti...