16 Aprile 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

L’Inps fornisce indicazioni riguardanti i minori titolari d’indennità di accompagnamento o di comunicazione

Con il messaggio n. 7382 del 1° ottobre 2014, l’Inps ha fornito altre informazioni (oltre quelle contenute nel messaggio n. 6512/2014) riguardanti i minori titolari di indennità di accompagnamento o di comunicazione nonché quelli rientranti nelle previsioni di cui al DM 2 agosto 2007, inclusi i soggetti affetti da sindrome da talidomide o da sindrome di Down.

Tali indicazioni sono state rese necessarie in seguito all’emanazione del D.L. n° 90/2014 (misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari), che ha introdotto, per i soggetti minorenni già disabili, rilevanti novità per la semplificazione delle procedure di accertamento del diritto alle prestazioni pensionistiche connesse alla maggiore età (art. 25, commi 5 e 6).

Relativamente all’erogazione dell’indennità, quest’ultima non cessa al raggiungimento della maggiore età.

Inoltre, ai minori già titolari delle suddette prestazioni spetta, al raggiungimento della maggiore età, il diritto alle seguenti prestazioni:

  • pensione di inabilità a favore dei cittadini maggiorenni totalmente inabili;
  • pensione non riversibile a favore dei cittadini maggiorenni ciechi assoluti;
  • pensione non riversibile a favore dei cittadini maggiorenni sordi.

L’Inps ricorda che, per effetto delle modificazioni apportate in sede di conversione, non è più necessaria la previa presentazione della domanda in via amministrativa.

Per ulteriori informazioni si rinvia al testo del suddetto messaggio.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Cassazione: la somministrazione ripetuta è illegittima

È il giudice a stabilire quando si va oltre la ragionevole temporaneità. La Cassazione con la sentenza n. 6898/2024 è intervenuta sul tema del contratto di somministrazione reiterato più volte presso lo stesso utilizzatore. A parere della Corte, la reiterazione...

Sharenting, c’è chi dice no

Freni e frizioni. La sovraesposizione dei minori per la pubblicazione sui media diventa un caso.  La nascita di un figlio è uno dei momenti più emozionanti per ogni genitore. Dai primi passi alle piccole birbate. La felicità è incontenibile e...

Cassazione: il diritto di precedenza va messo per iscritto

È tenuto al risarcimento del danno il datore di lavoro che non abbia informato il lavoratore stagionale dell'esistenza del diritto di precedenza ad essere assunto una volta cessato il rapporto a tempo determinato. Con ordinanza n. 9444/2024 la Corte di Cassazione...