19 Giugno 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Fondo di solidarietà del Credito: messaggio rettificativo dell’Inps

L’Inps, con messaggio n. 3363 del 18/05/2015, informa che a causa di un refuso, nella circolare n. 90 del 6 maggio 2015 riguardante il “Fondo esuberi” per il personale del credito, è stata data indicazione del codice “SC” anziché del codice “SD”.

Pertanto, al fine di agevolare le imprese nella compilazione del flusso Uniemens per i lavoratori che accedono alle prestazioni di assegno straordinario, si riportano di seguito le indicazioni del sottoparagrafo “Modalità di composizione del flusso Uniemens per gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dipendenti (FPLD)” con evidenza in grassetto del codice modificato.

I lavoratori che percepiscono l’assegno straordinario per i quali l’azienda è tenuta a versare il contributo straordinario a finanziamento della contribuzione correlata, saranno esposti nel flusso Uniemens individuale utilizzando, all’interno dell’elemento di , il nuovo codice “SD” che assume il significato di “Lavoratori per i quali viene versata la contribuzione figurativa correlata all’assegno straordinario per il sostegno del reddito del Fondo di solidarietà del personale del credito.

Fonte: Inps

In Primo Piano

Continua a leggere

Esoneri contributivi fino a 2 anni per contratti ‘quote rosa vittime violenza’

Indicazioni Inps ai datori di lavoro privati: modulo di richiesta online e codici Uniemens. Nel messaggio n. 2239 del 14 giugno 2024 le istruzioni per i datori di lavoro circa l’esonero contributivo per l’assunzione di “donne disoccupate vittime di...

Verde Svizzera: le stime sul 2024

Economia, salari nominali, inflazione, occupazione. Come sta la Confederazione Elvetica? In Svizzera l'economia è in ripresa a partire dal secondo semestre 2024 per effetto della ripresa delle esportazioni e senza contare gli eventi sportivi. Queste le previsioni (brillanti) del Centro di...

Indagine sul tasso occupazionale dei laureati: presentato il report 2024 di AlmaLaurea

Calati rispetto all’anno precedente i livelli occupazionali del 2023 dei laureati, salvo per quanto concerne i laureati di primo livello a tre e a cinque anni dal conseguimento del titolo, tra i quali il tasso di occupazione ha raggiunto...