26 Febbraio 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Corte Costituzionale: diritto del figlio non convivente di assistere un genitore disabile

La Corte Costituzionale con la sentenza n. 232 del 7 dicembre 2018 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 42 co. 5 del D.Lgs. 151/2001 (Testo Unico in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità) nella parte in cui non consentiva anche al figlio non convivente di prendersi cura del genitore gravemente disabile.

Con la sentenza è stato, quindi, riconosciuto il diritto del figlio (anche non convivente) di poter assistere un genitore gravemente disabile. Tale diritto è riconosciuto al figlio quando mancano tutti gli altri soggetti legittimati ad usufruire del beneficio.

La Corte fissa, però due importanti paletti: innanzitutto, nell’ottica di garantire una continuità di tipo affettivo tra il genitore e il figlio, è necessario che tra questi vi sia stata una precedente convivenza. In secondo luogo il figlio non convivente, una volta ottenuto il diritto ad usufruire del congedo straordinario, ha l’obbligo di instaurare una convivenza con il genitore per poterlo assistere al meglio.

Fonte: Corte Costituzionale  

In Primo Piano

Continua a leggere

Lavoro, agenzia Anpal diventa società in house

Dal 1° marzo secondo il regolamento si riorganizza il dicastero. Nasce Sviluppo Italia S,p.A. società in house del ministero del Lavoro e prende il posto dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro ANPAL.  Lo prevedono le disposizioni attuate dal...

Disoccupazione. Precisazioni sulle indennità NASpI e Dis-coll

Prestazioni di disoccupazione NASpI e Dis-coll, come accedere. Con il messaggio 750/2024 le precisazioni Inps in tema di accesso alle prestazioni di disoccupazione NASpI e Dis-coll.  L’Istituto ha ricordato che possono fruire dell’indennità di disoccupazione i soggetti privi di impiego...

Ape sociale, si può richiedere il sussidio

L’Inps spiega come fare. Per il 2024 il requisito anagrafico per accedere al sussidio Ape Sociale è stabilito a 63 anni e 5 mesi. Lo ha reso noto l’Inps con la Circolare n. 35/2024. La circolare reca indicazioni dopo le modifiche introdotte...