25 Febbraio 2024

Notizie dal Mondo del lavoro, previdenza e fisco

Corte di Cassazione: illegittimo il licenziamento dopo denuncia del lavoratore contro il datore

Con la sentenza n. 22375 del 26 settembre 2017, la Corte di Cassazione ha stabilito che la denuncia da parte del lavoratore di fatti aventi un potenziale rilievo penale, con successiva archiviazione, non può comportare giusta causa o il giustificato motivo soggettivo di licenziamento.

Tuttavia, la Suprema Corte ha sottolineato che tale interpretazione è valida “a condizione che non emerga il carattere calunnioso della denuncia medesima, che richiede la consapevolezza da parte del lavoratore della non veridicità di quanto denunciato”.

Fonte: Corte di Cassazione

In Primo Piano

Continua a leggere

Corte di Cassazione: illegittimo il licenziamento fondato sulle mail del dipendente in mancanza di certezza su chi ne sia l’autore

Con sentenza n. 5523 dell’8 marzo 2018, la Corte di Cassazione ha stabilito che deve ritenersi illegittimo il licenziamento per giusta causa fondato sulla corrispondenza relativa all’indirizzo di posta elettronica aziendale del dipendente, in quanto, trattandosi di mail priva...

Cassazione: no alla giusta causa di licenziamento per uso privato di auto aziendale

Con sentenza n. 1377/2018, la Corte di Cassazione ha dichiarato illegittimo il licenziamento disciplinare irrogato ad un dipendente per avere utilizzato, non per ragioni di servizio, l’auto aziendale. La Suprema Corte ha ribadito, infatti, che al fine della valutazione della...

Corte di Cassazione: legittimo il licenziamento per sottrazione merce di scarso valore

Con la sentenza n. 24014 del 12 ottobre 2017, la Corte di Cassazione ha stabilito la legittimità di un licenziamento per giusta causa comminato ad un addetto al rifornimento degli scaffali, trovato in possesso di merce di poco valore...