25 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Cassazione: la specificazione delle mansioni nel patto di prova

Con sentenza numero 17591 del 4 agosto 2014, la Corte di Cassazione ha stabilito che il patto di prova è valido anche se non contiene la specifica indicazione delle mansioni che ne costituiscono l’oggetto, essendo sufficiente che, in base alla forma adoperata nel documento contrattuale, siano determinabili.

Inoltre, nella suddetta sentenza, è stato affermato che l’indicazione delle mansioni oggetto del patto di prova, può essere operata anche “per relationem” alle declaratorie del contratto collettivo che definiscano le mansioni comprese nella qualifica di assunzione e sempre che il richiamo sia sufficientemente specifico.

In Primo Piano

Continua a leggere

ZES unica: novità per crediti d’imposta e codici tributo F24

Comunicazioni per le imprese dall'Agenzia delle Entrate. Qual è la percentuale del credito di imposta per chi investe nella ZES al Sud? Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con due risoluzioni e l'istituzione di due nuovi codici tributo da esporre in...

Consigli dei Ministri: approvato il Testo unico delle sanzioni tributarie

Il 23 luglio 2024 l'esecutivo riunito a palazzo Chigi approva il testo del decreto legislativo contenente il Testo Unico sulle sanzioni tributarie. È stata accorpata e riordinata l'intera disciplina delle sanzioni amministrative e dei reati tributari, fino a oggi...

Previdenza, Inps. Fondo per le attività professionali, cosa cambia?

Cosa è cambiato con l'adeguamento normativo disposto da un recente decreto lo spiega l'Istituto con il messaggio n. 2651 del 19 luglio 2024. La comunicazione riguarda l’applicazione del Fondo di solidarietà bilaterale per le attività professionali. “I datori di lavoro...