23 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Lavori ad alta qualifica e istruzione contro gap

In Italia il gap tra i disoccupati e gli occupati è più accentuato rispetto alla media dei Paesi europei ma la distanza con l’Europa si riduce tra coloro che svolgono lavori ad alta qualifica. Lo rileva l’Istat nel report ‘La formazione degli adulti’ relativo all’anno 2022 che evidenzia alcuni aspetti relativi agli ambiti occupazionali.

Dati alla mano, rispetto alla formazione, tra i dirigenti, imprenditori e liberi professionisti, l’incidenza di partecipazione in Italia è pari al 63,1%, valore di 5,6 punti percentuali inferiore alla media europea (68,7%).

Secondo le analisi Istat, la condizione occupazionale influisce sulla partecipazione all’apprendimento continuo: i disoccupati (18-74 anni) accedono in misura decisamente minore alle attività formative (20,5%) rispetto agli occupati (44,1%), così come gli occupati in professioni a bassa qualifica rispetto a chi svolge professioni più qualificate (62,6% per dirigenti, imprenditori e liberi professionisti contro il 24,6% per lavoratori a bassa qualifica).

L’Indagine sulla formazione degli adulti (Adult Education Survey) viene svolta periodicamente da tutti i Paesi dell’Unione europea – in base a specifici regolamenti che ne definiscono contenuti e modalità di rilevazione – e rappresenta una delle fonti principali di dati sulla partecipazione degli adulti ad attività di istruzione e formazione.

I dati a livello internazionale sulla formazione


In generale invece il confronto internazionale mostra che nel 2022, poco più di un terzo degli individui tra i 25 e i 64 anni ha partecipato ad attività di istruzione e formazione. Il tasso di partecipazione italiano è più basso di quello medio europeo di quasi 11 punti percentuali.

I dati negativi riguarderebbero invece i più giovani, sempre secondo i documenti forniti oggi dall’Istat.

In Primo Piano

Continua a leggere

Rapporto Gallup, punti di vista

Presentato di recente a Washington il rapporto annuale State of the Global Workplace il report redatto dalla multinazionale ha offerto dati inconsueti. La Svizzera considerata bassa in classifica.  Secondo l'ultimo rapporto l'Italia presenterebbe il tasso più elevato di lavoratori attivamente disimpegnati d'Europa. Secondo Gallup i...

Mercato occupazionale: rapporto 2024 

Cresce l'occupazione in Italia? I contratti attivati sarebbero in calo sugli anni scorsi mentre sono in aumento i contratti a tempo determinato. Lo dice, anzi lo scrive, il ministero del Lavoro nel Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2024 presentato il 19...

Verde Svizzera: le stime sul 2024

Economia, salari nominali, inflazione, occupazione. Come sta la Confederazione Elvetica? In Svizzera l'economia è in ripresa a partire dal secondo semestre 2024 per effetto della ripresa delle esportazioni e senza contare gli eventi sportivi. Queste le previsioni (brillanti) del Centro di...