16 Luglio 2024

Notizie dal mondo del lavoro, previdenza e fisco

Doppio sì europeo per EU AI Act

Votato dal Parlamento Europeo il Regolamento comunitario sull’Intelligenza Artificiale (EU artificial intelligence act). Prosegue l’iter. Divieti entreranno in vigore per primi. La mappa dei rischi e il timing.

L’Eurocamera ha approvato mercoledì 13 marzo in via definitiva l’AI Act, il regolamento comunitario sull’Intelligenza Arificiale. Il voto espresso con ampia maggioranza segue il sì degli ambasciatori europei del mese scorso.

Prosegue ora l’iter del testo e dei passaggi formali. Il prossimo passo è l’adozione da parte del Consiglio UE.

Le norme recate dal regolamento saranno operative dopo due anni dall’entrata in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Ue.

Questo in via generale, ma per le norme relative ad alcuni settori l’entrata in vigore sarà scaglionata.

E’ il caso dei divieti. I limiti imposti all’utilizzo dei riconoscimenti biometrici saranno applicabili dopo 6 mesi. Entreranno in vigore dopo 9 mesi, invece, i codici di buone pratiche.

Per i controlli sui sistemi di IA con finalità generali, sono 36 i mesi previsti.

 L’impianto normativo deve infatti rispondere alla diffusione di sistemi informatici di ultima generazione come ChatGPT.

Nel regolamento,  le divisioni dei sistemi di intelligenza artificiale sono per quattro categorie di rischio: minimo, limitato, alto e inaccettabile.

Previste sanzioni ingenti fino a 35 milioni e fino al 7% del fatturato delle imprese che non rispetteranno quanto previsto dal regolamento.

Leggi il testo approvato sulle pagine del Parlamento UE:

Notizie precedenti sulle pagine.

In Primo Piano

Continua a leggere