7grammilavoro

Licenziamento per giusta causa e tipizzazioni del CCNL di riferimento

Licenziamento per giusta causa e tipizzazioni del CCNL di riferimento
Maggio 31
13:15 2019

Licenziamento per giusta causa e tipizzazioni del CCNL di riferimento. Con la sentenza n. 14063/2019, la Corte di Cassazione ha affermato che “le tipizzazioni delle fattispecie previste dal contratto collettivo nell’individuazione delle condotte costituenti giusta causa di recesso non sono vincolanti per il giudice, ma la scala valoriale formulata dalle parti sociali deve costituire uno dei parametri cui occorre fare riferimento per riempire di contenuto la clausola generale dell’articolo 2119 Cc”.

In sostanza, il giudice se da una parte deve tenere conto delle tipizzazioni di giusta causa e giustificato motivo previste dal contratto collettivo di riferimento, dall’altra queste ipotesi non sono vincolanti e la scala di valori formulata dalle parti sociali deve essere utilizzata come un mero parametro di riferimento al fine della valutazione della specifica fattispecie oggetto in giudizio.

Nel caso specifico, alla commessa di una profumeria si imputava di aver usato la card riservata ai dipendenti per l’acquisto di prodotti per la propria madre e di avere consentito a quest’ultima la partecipazione ad un concorso riservato ai clienti stessi. Tale condotta avrebbe dovuto comportare il venir meno del rapporto di fiducia con il datore di lavoro.

Tuttavia, la Corte di Cassazione ha stabilito che non è possibile licenziare il dipendente per giusta causa ove il contratto collettivo di riferimento prevede il recesso esclusivamente in caso di comportamenti di maggiore gravità, inerenti ad ipotesi di reato.

Licenziamento per giusta causa e tipizzazioni del CCNL di riferimento

Leggi anche questo articolo

Fonte: Corte di Cassazione

Related Articles

Coerentemente con l'impegno continuo di LAROCCAWEB s.r.l. di offrire i migliori servizi ai propri lettori e utenti, abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi